Social Channels

1° giorno: VERONA – VICENZA

Grazie alla mappa di Route220, scaricabile su qualsiasi smartphone, potete individuare i punti di ricarica per auto elettriche della città, dove lascerete il vostro veicolo mentre passeggerete lungo le sponde dell’Adige. Che dire di Verona e dei suoi numerosi punti di interesse?

Ne vogliamo citare alcuni imperdibili: l’Arena di Verona, anfiteatro romano che ospita da decenni la stagione lirica, famosa in tutto il mondo, e piazza Brà, la Basilica di San Zeno, esempio di architettura romanica italiana, il Castelvecchio, complessa costruzione risalente al 1354, la Porta dei Borsari e il Ponte Pietra, due esempi di resti romani e la Casa di Giulietta, con il famoso balcone, che accoglie migliaia di visitatori affascinati dalla storia di Romeo e Giulietta, di Shakespeariana memoria. Per il pranzo consigliamo una delle osterie indicate dalla guida SlowFood: Al Bersagliere (Via Dietro Pallone, 1 – 045/8004824).

In poco più di 40 minuti, prendendo la comodissima A4, sarete a Vicenza. La città palladiana, patrimonio dell’Unesco, merita una visita articolata e soprattutto con una buona macchina fotografica sottobraccio, grazie alla maestosità delle opere di questo geniale architetto. Tra le opere da non perdere assolutamente: Basilica Palladiana, dal cui piano superiore si può godere di una emozionante vista delle tre piazze sottostanti, e la Loggia del Capitanio. A seguire, Palazzo Chiericati, oggi sede del Museo Civico e della Pinacoteca, Palazzo Barbaran da Porto, sede del Museo Palladiano e Palazzo Valmarana, Teatro Olimpico, opera incompiuta, conclusa successivamente dallo Scamozzi. Per la notte vi consigliamo di uscire dalla città e imboccare la strada che porta al comune di Lugo di Vicenza, dove sorgono le Palladiane Villa Godi Malinverni e Villa Piovene, da cui si scorge una stupenda visuale della pianura vicentina.

Se siete a corto di batteria, vi consigliamo invece di pernottare all’Hotel Vicenza Tiepolo, dove troverete un punto di ricarica.

2° giorno: BASSANO DEL GRAPPA – PADOVA

Altri 40 minuti di viaggio per essere a Bassano del Grappa, dove potrete ricaricare nei pressi dell’Hotel Ristorante La Corte mentre vi godete un tour della cittadina, che merita almeno un paio di ore. Percorrendo le vie del centro potrete ammirare opere di Palladio, Canova, Jacopo Da Ponte, Marinali e Dall’Acqua. A Bassano si trova il Museo Civico più antico nel Veneto, la bellissima Loggia dei Potestà, il Ponte Vecchio, simbolo della città, costruito sul progetto del Palladio che lega la sua immagine a quella degli alpini della Grande Guerra, e infine il toccante Museo degli Alpini.

Panino al volo e via, alla volta di Padova: una cinquantina di km da percorrere godendosi il paesaggio e costeggiando il placido fiume Brenta e leggendo la storia intrigante della “gallina padovana”, che secondo la tradizione, venne portata nella città veneta dall’astronomo e filosofo Giovanni Dondi dell’Orologio, intorno al 1300.

E’ impossibile citare tutte le bellezze di Padova, dalla Basilica di Sant’Antonio, uno dei più famosi santuari d’Italia, eretta in forme romanico-gotiche fra il 1232 e la metà del ‘300 per custodire la tomba del Santo, e la loggia del Consiglio o della Gran Guardia.

Questi i monumenti imperdibili; tra gli altri, se avete ancora tempo e forze: il Palazzo della Ragione, testimonianza dell’antico splendore della Signoria dei Carraresi; la Cappella degli Scrovegni con gli affreschi del Giotto; la Basilica di S. Giustina, Il Duomo con il suo Battistero romanico; i mercati di Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta e infine i viali del primo Orto Botanico universitario d’Europa.

Prima di ripartire per le vostre mete domestiche vi consigliamo una ricarica di energia nello storico Caffè Pedrocchi.

Darca Stefanini per Route220

Dalla mappa di Route220, le indicazioni dei punti di ricarica
Dalla mappa di Route220, le indicazioni dei punti di ricarica